Legge di bilancio 2021 e novità fiscali di inizio anno

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 322 del 30 dicembre 2020 la Legge 178/2020, la c.d. Legge di Bilancio 2021. Si offre un quadro sinottico delle principali novità previste in materia fiscale e delle altre misure, già introdotte da precedenti provvedimenti, che entreranno in vigore nel 2021.


Esonero dal pagamento dei contributi previdenziali per autonomi e professionisti

I lavoratori autonomi e i liberi professionisti con un reddito complessivo, nel 2019, non superiore a 50.000 euro, che hanno subìto una riduzione del fatturato nel 2020 pari ad almeno il 33%, possono beneficiare di un esonero dal pagamento dei contributi previdenziali.

È lasciato a uno o più Decreti del Ministero del Lavoro il compito di definire i criteri e le modalità di riconoscimento dell’esonero.

Proroga bonus edilizi

Sono prorogate per l’anno 2021 le detrazioni per le spese sostenute per interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, nonché per il recupero o il restauro della facciata esterna degli edifici.

Viene innalzato, da 10.000 a 16.000 euro l’importo massimo complessivo sul quale calcolare la detrazione per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici. Viene prorogato a tutto il 2021 anche il c.d. “bonus verde“.

Modificata la Plastic tax

Viene prorogata l’entrata in vigore della plastic tax, anche perché manca il regolamento attuativo. Estensione dell’imposta ai committenti: tra i soggetti obbligati al pagamento rientrano anche quelli per conto dei quali i Macsi (manufatti monouso realizzati con polimeri sintetici) sono fabbricati. Le preforme vengono comprese tra i semilavorati.

Fondo per i contatori idrici

È istituito il «Fondo per la promozione dell’uso consapevole della risorsa idrica» con 500mila euro per il 2021 e il 2022 per incoraggiare l’installazione di misuratori dei volumi dell’acqua per singola unità immobiliare. È prevista apposita campagna di sensibilizzazione da parte del ministero dell’Ambiente e di Arera. È necessario un decreto attuativo entro il 2 marzo 2021.

Bonus idrico

Viene istituito un nuovo fondo per il riconoscimento, alle persone fisiche residenti in Italia, di un “bonus idrico” pari a 1.000 euro, per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua. Le modalità saranno definite da un apposito decreto, da emanarsi entro il 2 marzo 2021.

Agevolati i filtri per l’acqua potabile

Viene introdotto un credito d’imposta per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio di acqua potabile per ridurre il consumo di contenitori di plastica. Il bonus è pari al 50% delle spese sostenute fino a mille euro per ciascuna unità immobiliare o esercizio commerciale e a 5.000 euro per gli esercizi pubblici. Necessario un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate da adottare entro il 31 gennaio 2021 per stabilire i criteri e le modalità per usufruire del credito d’imposta.

Nei Comuni arriva il “Canone Unico”

Da quest’anno sono abolite le tasse e i canoni per l’occupazione di suolo pubblico (Tosap/Cosap) e l’imposta sulla pubblicità, sostituite da un “canone unico” che raggruppa tutte queste voci. Le tariffe del canone unico, per le diverse tipologie di attività tassate sia svolte in forma temporanea sia in forma stabile, devono essere stabilite dal Comune che con un regolamento deve anche disciplinare le modalità di accertamento e riscossione del canone.

Esenzione Cosap e Tosap

Esonerati dal pagamento Cosap e Tosap, per il periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 marzo 2021, i ristoratori e gli ambulanti. Slitta al 31 marzo 2021 il termine per la presentazione delle domande di nuove concessioni o di ampliamento per l’occupazione di suolo pubblico.

Proroghe bonus casa ordinari Tutti i bonus ordinari per riqualificazione energetica, impianti di micro-cogenerazione, recupero del patrimonio edilizio, acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (il tetto passa a 16mila euro) e bonus facciate sono prorogati al 31 dicembre 2021.

Novità superbonus

Il termine per poter beneficiare della detrazione viene prorogato al 30.06.2022. I condomini che, alla data del 30.06.2022 hanno effettuato almeno il 60% dell’intervento complessivo possono inoltre beneficiare della detrazione se le spese sono sostenute entro il 31.12.2022.

Vengono inclusi tra gli interventi agevolabili anche quelli su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche.

Contributo per l’acquisto di veicoli alimentati ad energia elettrica

Viene previsto, a favore delle persone con Isee inferiore a 30.000 euro, un contributo del 40% per le spese sostenute per l’acquisto di veicoli nuovi alimentati esclusivamente ad energia elettrica con prezzo di listino inferiore a 30.000 euro.

Incentivi auto estesi a benzina e diesel

Aumento di 2mila euro (mille se senza rottamazione) del bonus auto elettriche o ibride (con emissioni fino a 60 g/km di CO2). Fino al 30 giugno (ma i fondi potrebbero finire prima) incentivi (1.500 euro, più 2mila di sconto del venditore) anche nella fascia 61-135.

Incentivi anche per i furgoni

Bonus da 800 a 8.000 euro (in base a tipo di alimentazione, peso ed eventuale rottamazione di un veicolo fino a Euro 4) per autocarri e autoveicoli speciali M1. Incentivo fino a esaurimento fondi, riservato a mezzi con massa complessiva fino a 3,5 tonnellate.

Auto aziendali, cambiano le tasse

Aumenta del 10% la quota conteggiata come fringe benefit nello stipendio di chi ha in uso una nuova auto aziendale che emette più di 160 g/km di CO2: si passa dal 40% al 50% del costo chilometrico annuale nella fascia 161-190 e dal 50% al 60% dai 191 in su.

Rivalutazione dei beni immateriali

Viene estesa la possibilità di rivalutare i beni di impresa anche all’avviamento e alle altre attività immateriali risultanti dal bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2019. Il maggior valore può essere riconosciuto, ai fini delle imposte sui redditi e dell’Irap, versando l’imposta sostitutiva del 3%.

Erogazione in unica quota del contributo “Nuova Sabatini”

Viene prevista l’erogazione in un’unica soluzione del contributo statale, se il finanziamento è di importo non superiore a 200.000 euro.

Credito d’imposta per i cuochi professionisti

Viene previsto, a favore dei cuochi professionisti, un credito d’imposta fino al 40% delle spese sostenute dal 01.01.2021 al 30.06.2021 per l’acquisto di beni strumentali durevoli e per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

“Resto al Sud”: ampliata la platea dei beneficiari

L’agevolazione “Resto al Sud“, finalizzata a promuovere la costituzione di nuove imprese da parte di giovani imprenditori nelle regioni del Mezzogiorno, viene estesa anche a coloro che hanno più di 45 anni: il nuovo limite massimo di età viene infatti individuato in 55 anni.

Sostegno alla liquidità delle imprese

In questo ambito possono essere segnalati diversi interventi:

  • i finanziamenti, fino a 30.000 euro, garantiti al 100% dal Fondo di garanzia Pmi, possono avere una durata di 15 anni (in luogo dei 10 anni prima previsti);

  • l’intervento straordinario in garanzia di Sace viene prorogato fino al 30.06.2021;

  • vengono prorogate, dal 31.01.2021 al 30.06.2021, le moratorie concesse alle micro, piccole e medie imprese (le quali interessano, tra l’altro, anche i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale);

vengono sospesi, sino al 31.01.2021 i termini di scadenza relativi a vaglia cambiari, cambiali e altri titoli di credito che ricadono nel periodo 01.09.2020-31.01.2021.

Locazioni brevi

Il regime fiscali delle locazioni brevi è riconosciuto solo in caso di destinazione alla locazione di non più di 4 appartamenti in ciascun periodo d’imposta. Al superamento della richiamata soglia, l’attività di locazione si presume svolta in forma imprenditoriale.

Contributo ai locatori

Per gli immobili nei Comuni ad alta tensione abitativa, che sono abitazioni principali dell’inquilino, è riconosciuto per il 2021 un contributo ai locatori che riducono il canone. Il contributo è pari al 50% dello “sconto” applicato, entro il limite annuo di 1.200 euro per locatore. Disponibili 50 milioni di euro. Necessario un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate per dare corso all’applicazione del contributo.

Detassazione contributi Covid

Detassati, ai fini dell’imposizione diretta e dell’Irap, gli aiuti Covid-19 disposti a partire dalla dichiarazione dello stato di emergenza sul territorio nazionale, a prescindere dal soggetto che li ha erogati e indipendentemente dalla modalità di fruizione e contabilizzazione.

Assegno unico per i figli

Stanziati i fondi, nell’ambito della riforma fiscale, per ridisegnare le misure di sostegno per le famiglie in favore di un assegno unico e universale, modulato in base all’Isee, per ciascun figlio under 21 a partire da luglio 2021. Prevista una maggiorazione a partire dal terzo figlio e per figli disabili. Ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti verrà così riconosciuto per la prima volta un supporto per i figli a carico fino alla maggiore età. I dettagli verranno definiti nella legge delega e nei successivi decreti attuativi da approvare.

Proroga del bonus bebé

Rifinanziato (con 340 milioni di euro per il 2021 e 400 per il 202) l’assegno di natalità, il sussidio mensile da 80 a 160 euro, calcolato in base all’Isee. Si potrà richiedere, quindi, per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021. Per i beneficiari del bonus nel 2020, invece, l’Inps ricorda che per le mensilità residue è necessario fare il nuovo Isee 2021 a gennaio.

Bonus nido a regime

Il bonus asilo nido viene rinnovato nel 2021 (le risorse stanziate sono a regime), sempre così modulato: 3mila euro con Isee fino a 25mila euro; 2.500 euro con Isee a 40mila euro; 1.500 euro oltre i 40mila euro. Come chiarito dall’Inps, però, per le rette versate entro la fine dell’anno scorso era necessario presentare domanda entro il 31 dicembre 2020. Per i periodi di frequenza del 2021, invece, si presume che l’Inps aprirà una nuova procedura.

Switch off per la TV

A settembre inizia lo switch off, cioè il passaggio dal vecchio digitale terrestre a quello di seconda generazione in standard DVB-T2. Per continuare a vedere i programmi Tv occorrerà avere apparecchi televisivi adeguati al nuovo standard oppure cambiare televisore o usare un decoder ad hoc. Lo switch off si completerà a metà 2022. Sono previsti contributi di 50 euro per le famiglie con meno di 20mila euro di Isee.

Disapplicazione norme codicistiche sulle perdite d’impresa

Viene prevista la disapplicazione degli obblighi previsti dal codice civile per le società di capitale con riferimento alle perdite emerse nell’esercizio in corso al 31.12.2020.

Il termine entro il quale la perdita deve risultare diminuita a meno di un terzo non è l’esercizio successivo, ma il quinto esercizio successivo.

Se la perdita porta il capitale sociale al di sotto del minimo legale, l’assemblea può deliberare di rinviare le decisioni alla chiusura del quinto esercizio successivo.

Proroga al 30 giugno per i “bonus patrimonializzazione”

Le misure, introdotte dall’art. 26 D.L. 34/2020 per favorire il rafforzamento patrimoniale delle imprese con la concessione di specifici crediti d’imposta, sono prorogate al 30.06.2021.

Incentivi fiscali alle aggregazioni aziendali

Il soggetto risultante da un’operazione straordinaria deliberata nel 2021, il beneficiario o il conferitario, può trasformare in credito d’imposta una quota di attività per imposte anticipate riferite a perdite fiscali ed eccedenze di Ace, previo pagamento di una commissione del 25 per cento.

Interventi per favorire la successione e trasmissione delle imprese

Viene prevista la possibilità di concedere finanziamenti in favore di piccole imprese in forma di società cooperativa costituite da lavoratori provenienti da aziende i cui titolari intendano trasferire le stesse, in cessione o affitto, ai lavoratori medesimi.

Vengono previste inoltre specifiche agevolazioni fiscali, come, ad esempio, la non imponibilità del Tfr destinato alla sottoscrizione del capitale sociale.

Credito d’imposta locazioni

Il credito d’imposta locazioni viene esteso alle agenzie di viaggio e ai tour operator.

Per questi soggetti, e per le imprese turistico-ricettive, il credito spetta sino al 30 aprile 2021, in luogo dell’originario termine del 31 dicembre 2020.

Credito d’imposta beni strumentali nuovi

Viene rivista la disciplina in esame e le novità trovano applicazione a decorrere dal 16.11.2020.

L’agevolazione viene prevista fino al 31.12.2022, con potenziamento delle aliquote agevolative, incremento delle spese ammissibili e ampliamento dell’ambito applicativo.

Lotteria degli scontrini

La partecipazione alla lotteria degli scontrini è riservata a coloro che effettuano acquisti con strumenti di pagamento elettronico. I premi non saranno tassati. Il Decreto Milleproroghe ha posticipato l’entrata in vigore della Lotteria degli scontrini a partire dal 1 febbraio 2021.

Al via il cashback standard

Chiusa la finestra dell’extra cashback di Natale il 31 dicembre, dal 1° gennaio è partito il cashback standard: sarà possibile ottenere il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti che verranno effettuati con carte o app di pagamento (esclusi gli acquisti online).Ogni 6 mesi, con un minimo di 50 pagamenti, si otterrà il 10% dell'importo speso, fino a un massimo di 150 euro a semestre (max 15 euro a operazione). Il super cashback premierà inoltre i 100mila contribuenti che avranno totalizzato il maggior numero di transazioni elettroniche nel semestre. I rimborsi attribuiti, infine, non concorrono a formare il reddito del percipiente per l’intero ammontare corrisposto nel periodo d’imposta e non sono assoggettati ad alcun prelievo erariale.

Trasmissione telematica dei corrispettivi

Si chiarisce che il termine per la memorizzazione elettronica e, a richiesta del cliente, per la consegna dei documenti, coincide con il momento di ultimazione dell’operazione. Viene differito al 01.07.2021 l’utilizzo dei sistemi evoluti d’incasso attraverso carte di debito, di credito e altre forme di pagamento elettronico.

Novità riguardano anche i profili sanzionatori.

Bloccati i falsi esportatori abituali

Per reprimere le frodi collegate alle operazioni effettuate nei confronti di operatori privi dello status di esportatore abituale che hanno emesso dichiarazioni d’intento ideologicamente false, introdotto un meccanismo automatico di blocco da parte dello Sdi delle fatture elettroniche con il titolo di non imponibilità.

Semplificazioni fiscali in materia Iva

Vengono allineate le tempistiche di annotazione delle fatture nei registri Iva con quelle previste per la liquidazione Iva: le fatture emesse possono essere registrare entro la fine del mese successivo al trimestre di effettuazione dell’operazione, con riferimento allo stesso mese di effettuazione dell’operazione.

Dal 2022 viene abolito l’esterometro e i dati devono essere trasmessi utilizzando il Sistema di interscambio, secondo il formato della fattura elettronica.

Imposta di bollo sulle fatture elettroniche

Cambiano le tempistiche relative al versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche:

1° trimestre: 31 maggio

2° trimestre: 30 settembre

3° trimestre: 30 novembre

4° trimestre: 28 febbraio

Se l’imposta dovuta per il 1° (e per il 2°) trimestre è inferiore a 250 euro, il versamento si somma al trimestre successivo.

Per il pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche inviate attraverso il Sdi è obbligato in solido il contribuente che effettua la cessione o la prestazione, anche se la fattura è emessa da un terzo per suo conto (fatture emesse in outsourcing).

Indennità di continuità reddituale per lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata

Viene prevista l’erogazione di un’indennità per sei mensilità, pari al 25%, su base semestrale, dell’ultimo reddito liquidato dall’Agenzia delle entrate (in ogni caso, l’importo deve essere compreso tra 250 e 800 euro).

L’indennità è riconosciuta ai lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata Inps, titolari di partita Iva attiva da almeno quattro anni, che, nell’anno precedente alla domanda, hanno prodotto un reddito inferiore al 50% della media dei redditi conseguiti nei tre anni precedenti, e, comunque, non superiore a 8.145 euro.

Trasferimento terreni agricoli e imposta di registro

Non trova applicazione, nell’anno 2021, l’imposta di registro nella misura fissa di 200 euro per gli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni agricoli e relative pertinenze di valore economico inferiore o uguale a 5.000 euro, in favore di coltivatori diretti ed imprenditori agricoli professionali.

Tassazione dei ristorni

Previa delibera assembleare, le somme attribuite ad aumento del capitale sociale della cooperativa possono essere tassate in capo ai soci persone fisiche con la ritenuta del 12,50%. In questo modo viene ridotta l’aliquota di tassazione (ordinariamente prevista al 26%) ma è anticipato il momento impositivo (generalmente coincidente con il momento del rimborso).

Rivalutazione terreni e partecipazioni: proroga Prorogata al 2021 la facoltà di rideterminare il valore d’acquisto di terreni e partecipazioni.

L’imposta sostitutiva è pari all’11%.

Tassazione dei dividendi per gli enti non commerciali

Dal 01.01.2021 sono detassati del 50% gli utili percepiti dagli enti non commerciali, a condizioni che tali enti esercitino, in via esclusiva o principale, una delle attività di interesse generale per il perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.

Nuove modifiche al regime fiscale per i lavoratori impatriati

La Legge di bilancio 2021 interviene nuovamente sul regime dei lavoratori impatriati, riconoscendo l’allungamento temporale del regime fiscale agevolato anche ai lavoratori che hanno trasferito la residenza in Italia prima dell’anno 2020 e che, al 31.12.2019 risultano beneficiari del regime di favore “ordinario”.


La trattazione di alcuni argomenti di maggiore interesse tra quelli sopra esposti è demandata a successive circolari di approfondimento.


2018       Studio  F.M.S Associazione Professionale  C.F e P.IVA : 05085590965 All rights reserved | Privacy Policy | Cookies | Credits

©