Taglio cuneo fiscale 2020, decreto approvato: gli aumenti in busta paga previsti



Il decreto denominato “Misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente” rende operativo il taglio al cuneo fiscale finanziato con 3 miliardi di euro per il 2020 dalla Legge di Bilancio.


Dal 1° luglio 2020, il bonus di 80 euro salirà a 100 euro al mese per i contribuenti con redditi fino a 26.600 euro, ovvero per gli attuali beneficiari del credito Irpef in misura piena o ridotta.

  • Il taglio al cuneo fiscale porterà ad un aumento secco di 100 euro sugli stipendi dei contribuenti con redditi compresi tra 26.600 euro e fino a 28.000 euro.

  • Il taglio al cuneo fiscale coinvolgerà anche i lavoratori con redditi superiori a 28.000 euro, e fino al limite massimo di 40.000 euro. Per tale fascia di contribuenti saranno strutturati due diversi scaglioni, ma per ambedue il nuovo bonus sarà riconosciuto nella forma di detrazione fiscale.

  • Dai 28.000 e fino a 35.000 euro lordi di reddito la detrazione fiscale spettante sarà pari ad 80 euro di importo.

  • Dai 35.001 e fino a 40.000 euro di reddito, l’importo del taglio al cuneo fiscale sarà riconosciuto in misura decrescente, fino ad azzerarsi.

  • Sono questi gli aumenti in busta paga previsti a partire dal 1° luglio 2020.


Resta ora da attendere la pubblicazione del decreto approvato nel corso del Consiglio dei Ministri del 23 gennaio 2020.


Dovrà essere chiarito in primo luogo come si applicherà la detrazione fiscale sui redditi superiori a 35.000 euro e se sarà integrata alle attuali detrazioni sui redditi da lavoro dipendente o se resterà una misura separata.





35 visualizzazioni

2018       Studio  F.M.S Associazione Professionale  C.F e P.IVA : 05085590965 All rights reserved | Privacy Policy | Cookies | Credits