Il Consiglio dei ministri ha approvato il Decreto Legge sulla riforma delle pensioni con quota 100 e


Il Consiglio dei ministri approva il Decreto legge su Quota 100 e il Reddito di cittadinanza confermando tutte le misure proposte dal Governo,

Nessuna modifica dunque per Quota 100 che inizierà a produrre i suoi effetti a partire da Aprile 2019 per i dipendenti privati, e ad Agosto per quelli statali e per il Reddito di cittadinanza.

Decreto Quota 100 e Reddito di cittadinanza approvato dal Consiglio dei Ministri

L'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del Decreto legge su Quota 100 e sul Reddito di cittadinanza, una volta che il provvedimento verrà approvato , consentirà a coloro che hanno compiuto 62 anni di età e che hanno versato almeno 38 anni di contributi di andare in pensione anticipatamente,

Resta confermato il divieto di cumulo con altro reddito da lavoro per chi decide di beneficiare di Quota 100.

Nessuna variazione anche per quello che riguarda il Reddito di cittadinanza: sono stati infatti confermati i requisiti per ottenerlo.

Confermata anche la proroga per un anno dell’Ape sociale e dell’Opzione donna, misure che consentiranno ad alcune categorie di lavoratori e di lavoratrici di lasciare in anticipo il loro posto di lavoro.

Per i lavoratori precoci l’obiettivo è 41 e quindi non ci sarà nessun adeguamento alla speranza di vita.

Previsto anche il riscatto del periodo di laurea a condizioni agevolate entro i 45 anni.


Testo del Decreto legge su Quota 100 e Reddito di cittadinanza

Slide illustrative del provvedimento


35 visualizzazioni

2018       Studio  F.M.S Associazione Professionale  C.F e P.IVA : 05085590965 All rights reserved | Privacy Policy | Cookies | Credits