ESTROMISSIONE E CESSIONE AGEVOLATA BENI D'IMPRESA


La legge n. 208/2015 (Finanziaria 2016) ha riproposto, ai commi da 115 a 120 dell’art. 1, la norma sull’assegnazione o cessione agevolata dei beni ai soci delle società in nome collettivo, in accomandita semplice, a responsabilità limitata, per azioni e in accomandita per azioni in genere, fiscalmente operative e non.

La condizione è che i relativi soci risultino iscritti nel libro soci, ove previsto, alla data del 30 settembre 2015, ovvero vengano iscritti entro il 30 gennaio 2016 sulla base di un titolo di trasferimento avente data certa anteriore al 1° ottobre 2015.

La misura agevolativa non è inoltre rivolta a tutti i beni dell’impresa, ma può riguardare esclusivamente:

  • i beni immobili diversi da quelli strumentali per destinazione, diversi cioè da quelli utilizzati esclusivamente per l’esercizio dell’attività;

  • i beni mobili iscritti in pubblici registri, non utilizzati quali beni strumentali nell’esercizio dell’impresa ( autovetture, barche, navi, aerei)

La norma è inoltre applicabile anche alle società che hanno per oggetto esclusivo o principale la gestione dei predetti beni e che entro il 30 settembre 2016 si trasformano in società semplici.

Circolare informativa di approfondimento


33 visualizzazioni

2018       Studio  F.M.S Associazione Professionale  C.F e P.IVA : 05085590965 All rights reserved | Privacy Policy | Cookies | Credits